Mascali, Amministrazione accoglie proposta Fdi: sospesi tributi e ingiunzioni

Con un comunicato sulla propria pagina Facebook, l’amministrazione comunale di Mascali ha reso noto d’aver sposato la proposta lanciata la settimana scorsa dal Coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Catania, Alberto Cardillo, in merito alla sospensione dei tributi e delle ingiunzioni comunali: “nell’intento di adottare una serie di misure finalizzate a contrastare gli effetti dell’emergenza epidemiologica derivante dalla diffusione del contagio da Covid-19, alla semplificazione del rapporto con i cittadini contribuenti e all’agevolazione finanziaria per le attività commerciali e produttive, ha varato, in data odierna, una delibera di Giunta, la n.37 del 23-3-2020.
Nell’atto amministrativo per il quale – rimarca il sindaco Luigi Messina – “l’esecutivo è stato impegnato nell’ultima settimana allo scopo di predisporre misure idonee in favore dei cittadini in difficoltà in questa difficile contingenza” – è stato deciso di sospendere fino al 31 maggio 2020, i termini relativi alle attività di liquidazione e di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici dell’Ente impositore; di sospendere fino al 31 maggio 2020, con riferimento alle entrate tributarie e non tributarie, i versamenti derivanti dalle ingiunzioni emesse dall’ente. E inoltre di differire al 31 maggio 2020 i termini di pagamento dei seguenti tributi: Cosap (Canone per l’occupazione del suolo ed aree pubbliche), Icp (Imposta sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni); i termini di pagamento della Tari- tassa rifiuti – qualora, prima della scadenza di questo termine, venissero inviati da parte dell’ente i relativi avvisi di pagamento all’utenza.
Di sospendere fino al 31 maggio 2020 i termini per le risposte da parte dell’ente impositore alle istanze di interpello e per le risposte dovute a seguito di presentazione di documentazione integrativa eventualmente richiesta dallo stesso Comune”.

“Siamo contenti che il sindaco di Mascali abbia sposato, seppur parzialmente le richieste di Fratelli d’Italia.
Il differimento al 31 maggio, tuttavia, è parziale, siamo convinti sarà necessario un ulteriore slittamento.
Intanto, in questo duro momento, un pochino di serenità in più per tante famiglie mascalesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *