FDI: «Attenzione a minori e anziani in comunità! Non sono immuni da COVID-19». Via alle prestazioni sanitarie ambulatoriali

Palermo, 2 maggio 2020 – Il gruppo di Fratelli d’Italia all’Assemblea Regionale Siciliana ha depositato due ordini del giorno indirizzati al Governo, primi firmatari gli onorevoli Gaetano Galvagno ed Elvira Amata.

Il primo Ordine del Giorno impegna l’esecutivo a definire linee guida precise e specificamente dedicate per le Comunità alloggio per anziani e minori atte al contenimento del Covid-19 , nonché a fornire queste strutture di tamponi e dispositivi per la protezione personale. 

«È necessario intervenire in un settore importante e da cui dipende la vita di migliaia di siciliani appartenenti alle fasce più deboli della popolazione, minori e anziani», incalza l’on. Galvagno, primo firmatario dell’atto. «Occorre fornire strumenti e certezze agli operatori del settore – continua – rendendo accessibili in sicurezza le persone accolte, gli operatori e le tantissime comunità alloggio presenti sul nostro territorio. Sono certo che il Governo si mostrerà sensibile sul tema».

Il secondo Ordine del Giorno impegna il Governo regionale a disporre la ripresa di tutte le prestazioni chirurgiche non strettamente indispensabili, le attività ambulatoriali non urgenti e, in generale, le prestazioni ritenute procrastinabili nelle scorse settimane, sospese a causa dell’emergenza Covid-19.

«Il sistema sanitario siciliano – osserva l’on. Elvira Amata – deve iniziare ad avviare il percorso migliore per uscire dalla fase emergenziale più calda. Siamo coscienti che bisogna elaborare precise linee guida a cui attenersi rigorosamente al fine di evitare nuovi contagi», piega la parlamentare. «Il nostro ordine del giorno mira proprio a questo: restituire più servizi sanitari possibili, nel rispetto della sicurezza di cittadini e personale sanitario».

Promette grande attenzione su questi due importanti temi del settore socio-sanitario il coordinatore provinciale di FdI Catania, Alberto Cardillo: «In queste settimane – rivela il coordinatore provinciale – abbiamo ascoltato decine di categorie e centinaia di cittadini, tramutando le loro giuste istanze in atti parlamentari e impegni di governo. È a questo che dovrebbero servire i partiti!».
«La richiesta di direttive al contenimento per le Comunità alloggio rappresenta una necessità impellente poiché queste strutture hanno requisiti del tutto diversi dalle RSA», precisa Cardillo, e aggiunge: «Con la stessa urgenza si devono riavviare le prestazioni ambulatoriali perché, oltre al contrasto al Covid-19 – conclude Cardillo – c’è una mole enorme di servizi sanitari che, nel rispetto della sicurezza di tutti, vanno ripresi». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *